Regione Sicilia

Ufficio del Segretario Generale

Ultima modifica 13 aprile 2018

Il segretario è il responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza e presiede al sistemadei controlli interni Sovraintendenza e coordinamento dei Dirigenti e dei responsabili degli ufficiin staff; presidenza delle conferenze di servizi definizione di eventuali conflitti di competenza tra i servizi stessi; competenze quale autorità disciplinare nei confronti della dirigenza secondo il vigente CCNL della predetta area ed in conformità alle disposizioni di cui all’art. 55 e segg. del D.Lgs.n.165 del 2001 e s.m.i. coordinamento del processo di pianificazione dell'Amministrazione comunale, sovraintendendo all'elaborazione e alla revisione dei piani e programmi, ivi compreso il Documento Unico di Programmazione; organizzazione e monitoraggio del sistema delle relazioni sindacali;presidenza della delegazione trattante di parte pubblica del comparto non dirigenziale e dell’area separata della dirigenza;definire, in raccordo con i Dirigenti, gli interventi necessari per migliorare l'efficienza,l'efficacia e la qualità dei servizi, anche mediante l'individuazione di modalità e strumenti innovativi di gestione e di controllo della qualità totale del sistema; formulare o approvare proposte sulle materie di sua competenza, monitorare in continuo la funzionalità delle soluzioni e dei criteri organizzativi adottati dall'Amministrazione comunale,verificare l'efficacia dei processi di erogazione dei servizi; elaborare il piano triennale e annuale dell’offerta formativa, sulla base dei bisogni individuati dai dirigenti nella fase istruttoria del Piano triennale di prevenzione della corruzione;predisporre i criteri generali per l’organizzazione degli uffici ai sensi dell’art. 48 comma 3 del D. lgs.267/2000; la determinazione degli orari di servizio e di apertura degli uffici, nel rispetto dell’articolazione dell’orario di servizio stabilito previa informazione alle rappresentanze sindacali ed eventuale concertazione ai sensi dell’art. 8 comma 2 lett. a) del CCNL del 01.04.1999 e s.m.i. e delle direttive del Sindaco nel rispetto dell’art.5 del D. Lgs. 165/2001 e s.m.i. edell’art. 50 del D. lgs. 267/2000l’adozione dei provvedimenti di mobilità interna del personale; Gestione del contezioso del lavoro nei giudizi di primo grado ex art. 417-bis cpc, in conformità e nei limiti previsti dal regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi; monitoraggio del contenzioso del lavoro in sede di gravame,ogni altra competenza attribuitagli dal Sindaco concordemente con l’incarico e quanto previsto dallo statuto,dai regolamenti e dalle leggi vigenti.