Regione Sicilia

Rilancio Centro Storico Alcamo

Pubblicato il 25 giugno 2018 • Comunicati Stampa Piazza Ciullo, 91011 Alcamo TP, Italia

RIPARTE LA PIANIFICAZIONE DEL CENTRO STORICO

La Direzione 1 del Comune di Alcamo (Sviluppo Economico e Territoriale) ha depositato lo studio del Centro Storico per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base ai sensi della L.R. 13 del 2015.
Il Comune si è avvalso, ai sensi del comma 1 dell'articolo 3 della L. 13/2015, di una consulenza esterna di comprovata esperienza. Il professore Trombino del CIRCES (Centro Interdipartimentale Centri Storici) ha fornito con il suo staff un valido supporto per il raggiungimento dell'obiettivo individuato dall'Ente con il DUP 2017/2019. La conferenza di servizi, prevista dalla legge, è stata fissata per il 2 agosto 2018. Successivamente il verbale della conferenza di servizi, unitamente allo studio di dettaglio, sarà pubblicato per trenta giorni all’albo pretorio e sul sito internet del Comune per eventuali osservazioni ovvero opposizioni; dopo verrà trasmesso al Consiglio Comunale per l’approvazione ed Infine la delibera del Consiglio sarà trasmessa all’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente per l’attività di controllo. Il parere si intende espresso favorevolmente decorsi 30 giorni, senza possibilità di interruzione o sospensione per richiesta di chiarimenti.
Afferma il Sindaco Domenico Surdi “siamo convinti che il Centro Storico insieme ad Alcamo Marina rappresentino i punti di forza della nostra Città. Lo studio redatto dal CIRCES si inserisce in un percorso di rilancio generale della parte più antica e più bella della Città con caratteristiche uniche dal punto di vista urbanistico.
Sono convinto che il percorso iniziato porterà nei prossimi anni ad una complessiva rivitalizzazione e riqualificazione del nostro territorio urbano”.

Dichiara l’Assessore alla Pianificazione Territoriale, Vittorio Ferro: “Mi ritengo soddisfatto stiamo lavorando e, sicuramente con il tempo si potranno raccogliere i risultati del lavoro svolto in questi mesi. Nei giorni scorsi c’è stato un incontro decisivo per la stesura dello schema di massima del PRG e siamo prossimi a trasmetterlo al Consiglio Comunale; intanto è partito anche il progetto interno all'ufficio per l'istruttoria della 4500 pratiche circa di sanatoria “dormienti”.
Grazie a questo progetto il Comune potrà introitare oneri concessori necessari per il completamento delle urbanizzazioni, quali strade, rete idrica, rete fognaria ecc.
Inoltre -
conclude Ferro - la Direzione 1 ha iniziato ad istruite le pratiche relative alla "Pedemontana"; nei prossimi giorni programmeremo un incontro con le categorie professionali per un confronto sulle attività svolte dall'ufficio.
Ed il dirigente della Direzione 1 Venerando RUSSO dichiara: “preliminarmente si chiarisce che lo strumento pubblicato, conformemente a quanto prescritto dalla legge regionale n. 13 del 10 luglio 2015, non opera in ambito urbanistico ma solo edilizio con l’esclusiva finalità di fornire certezze operative in merito a quanto sia o non sia possibile fare. L’obiettivo di questa legge è quello di favorire la tutela, la valorizzazione e la rivitalizzazione economica del centro storico, attraverso norme semplificate finalizzate al recupero del patrimonio edilizio esistente.
Il progetto de quo è stato trasmesso agli Enti preposti ad esprimere parere (Soprintendenza BB.CC.AA. e Genio Civile), e pertanto gli stessi sono convocati, come sopra detto, in conferenza di servizi per il giorno 2 agosto p.v..