Presentazione del Piano della Protezione Civile

Pubblicato il 31 marzo 2022 • Comunicati Stampa , Protezione Civile

COMUNICATO STAMPA  DEL 31  MARZO  2022

ALCAMO: E’STATO PRESENTATO ALLA STAMPA STAMATTINA IL PIANO SPEDITIVO PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO METEO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO

Importante appuntamento stamattina presso il Centro Congressi Marconi dove è stato presentato il PIANO SPEDITIVO PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO METEO/IDROGEOLOGICO/IDRAULICO - INFORMAZIONE E ALLERTAMENTO DELLA POPOLAZIONE - PROCEDURE OPERATIVE AL RICEVIMENTO DELL’AVVISO DRPC-CFD IDRO”.
Dopo i saluti del Sindaco Domenico Surdi e la relazione introduttiva del Comandante della Polizia Municipale, Responsabile Comunale del Servizio di Protezione Civile, Ignazio Bacile, è intervenuto il dirigente Regionale del Centro funzionale decentrato idrogeologico, Giuseppe Basile che ha illustrato il sistema di allertamento per il rischio meteo idrogeologico e idraulico; infine, il seminario formativo sulle procedure operative e la metodologia per il monitoraggio a vista, a cura del geologo, Antonio Bambina.
Dichiara il Sindaco Domenico Surdi “sono molto soddisfatto, Alcamo si dota di un Piano Speditivo per la riduzione del rischio meteo/idrogeologico/idraulico che prevede un sistema di informazione e allertamento della popolazione in caso di emergenze. Il Piano prevede dei sistemi di informazione preventiva che permetteranno al cittadino di conoscere il rischio  preventivamente, perché con i nuovi sistemi di informazione in emergenza saremo in grado di allertare tempestivamente la popolazione interessata; attiveremo il servizio di allerta telefonica della popolazione mediante messaggi vocali”.
Afferma il Comandante Ignazio Bacile “la presentazione di stamattina del Piano speditivo non è un punto di arrivo, ma il punto di partenza verso un percorso che ci porterà all’approvazione del Piano Generale di Protezione Civile”. E continua Bacile “la soluzione delle criticità con opere strutturali richiede molto tempo e grandi investimenti in denaro. Era nostro preciso dovere attuare, nel frattempo, tutte le possibili azioni non strutturali che ci consentano soprattutto di limitare i danni di eventi simili a quelli accaduti di recente, soprattutto in termini di vite umane”.              

Info  https://drive.google.com/drive/mobile/folders/1PY0O8kt8HhIcmycoFZouSNd4CTXdlGf8?usp=sharing

sala marconi

 

 

scansiona_codice_QR (1)
Allegato formato pdf
Scarica