Regione Sicilia

ORDINANZA - DIVIETO DI VENDITA E SOMMINISTRAZIONE DI BEVANDE IN BOTTIGLIE DI VETRO E/O LATTINE

Pubblicato il 15 giugno 2018 • Comune , Comunicati Stampa Piazza Ciullo, 91011 Alcamo TP, Italia

EMANATA L’ORDINANZA CHE PREVEDE IL DIVIETO DI VENDITA E SOMMINISTRAZIONE DI BEVANDE IN BOTTIGLIE DI VETRO E/O LATTINE DAL 16 AL 21 GIUGNO DURANTE LA "FESTA DELLA PATRONA”

 

Dal 16 al 21 Giugno ad Alcamo si svolgono una serie di manifestazioni e di eventi, soprattutto nel centro storico, in occasione dei festeggiamenti in onore di “Maria SS. Dei Miracoli”, Patrona della Città.

Nei luoghi di svolgimento delle manifestazioni sono presenti attività commerciali e pubblici esercizi destinati alla vendita e alla somministrazione di bevande, in tali occasioni, negli anni precedenti, si è riscontrato il fenomeno dell’abbandono su suolo pubblico, dopo l’uso di contenitori in vetro e lattine che finiscono per essere rotti e lasciati sparsi sul suolo, arrecando danno al decoro urbano e costituendo pericolo per i passanti, oltre a tradursi in ostacolo al regolare deflusso del pubblico presente nel caso in cui fosse necessario uno sgombero d’urgenza.

Pertanto è stata emanata l’ordinanza sindacale che stabilisce “IL DIVIETO, per il periodo dal giorno 16.06.2018 al giorno 21.06.2018, dalle ore 20,00 alle ore 6,00 di ciascun giorno successivo per i gestori di esercizi commerciali siti in Piazza Ciullo, Corso 6 Aprile, Via Mazzini, Piazza della Repubblica, Piazza Bagolino e nelle vie adiacenti e limitrofe alle suddette aree - sia in forma fissa che itinerante - della vendita per asporto di bevande contenute in bottiglie di vetro, lattine anche dispensate da distributori automatici”.

Si Ordina altresì il divieto a chiunque “della detenzione e il consumo di bevande contenute in bottiglie di vetro, in lattine, bicchieri di vetro e di altro materiale comunque contundente in Piazza Ciullo, Corso 6 Aprile, Via Mazzini, Piazza della Repubblica, Piazza Bagolino e nelle vie  adiacenti e limitrofe alle suddette aree”.

La violazione delle disposizioni all’ordinanza, salvo sarà sanzionata ai sensi di legge.