Regione Sicilia

Approvata Delibera riqualificazione Centro Storico

Pubblicato il 7 agosto 2018 • Viabilità Piazza Ciullo, 91011 Alcamo TP, Italia

ALCAMO: LA GIUNTA SURDI APPROVA LA DELIBERA DI “MANUTENZIONE STRAORDINARIA E RIQUALIFICAZIONE VIABILITA’ E AREE PEDONALI DEL CENTRO STORICO - APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO DI FATTIBILITA’ DELLE ALTERNATIVE PROGETTUALI”

Il 3 Agosto 2018 abbiamo approvato in Giunta – dichiara il Sindaco Domenico Surdi - il documento di fattibilità delle alternative progettuali per la manutenzione straordinaria e riqualificazione viabilità e aree pedonali del centro storico.
Un intervento che prevediamo di inserire nel nuovo Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2019/2021 che cercheremo di finanziare con il prossimo Bilancio di Previsione.

Le aree di intervento previste sono:

- Via Pipitone Cangelosi e Via Sant'Oliva (realizzazione di pavimenti in basole di travertino previo rifacimento delle sottostanti reti idrica e fognaria);

- Via Mazzini (ampliamento marciapiedi e realizzazione corsia di carico e scarico merci);

- aree in adiacenza al Teatro Cielo d'Alcamo (realizzazione di percorsi pedonali e spiazzi pedonali);

- aree in adiacenza al Castello (completamento delle pavimentazioni a nord e ad est del Castello);

- Via Barone San Giuseppe (ampliamento marciapiede al fine di collegare l'isola pedonale del corso stretto con Piazza Castello);

- Via Commendatore Navarra (ampliamento marciapiede al fine di creare un percorso pedonale dal Castello al Monastero delle Bendettine/Badia Nuova);

- Corso VI Aprile (completamento pavimentazione in basole di travertino in direzione di Via Amendola).

“L'idea progettuale è quella di creare - asserisce il v/Sindaco Vittorio Ferro - attraverso la riqualificazione dei percorsi pedonali che valorizzino le emergenze monumentali del nostro centro storico. Aree prevalentemente a margine della zona A1, ANTICA CITTA’ MURATA, potenzialmente individuabili come zona a traffico limitato a protezione del centro storico.

Ringrazio la Direzione IV e la Ragioneria per l'incessante lavoro sul fronte della programmazione e degli interventi pubblici”.