Regione Sicilia

Alcamo presente alla Passione di Cristo a Matera

Pubblicato il 27 marzo 2019 • Comunicati Stampa , Cultura 91011 Alcamo TP, Italia

COMUNICATO STAMPA DEL  27   MARZO  2019

ANCHE LA PROLOCO DI ALCAMO ALLA PASSIONE DI CRISTO IN SCENA IL 30 MARZO TRA I SASSI DI MATERA, CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA. IL PROGETTO “PROSPETTIVA UNESCO”
Una Passione dal vivo per le strade e nei luoghi più significativi di Matera, con personaggi, interpreti, costumi, scenografia, regia e organizzazione da parte delle comunità italiane ed europee del Teatro della Passione, un evento straordinario che andrà in scena il 30 marzo a Matera nello spettacolare scenario dei Sassi, Patrimonio UNESCO dal 1993.
L’iniziativa, che rientra nelle manifestazioni previste per “Matera Capitale Europea della Cultura 2019”, è promossa da Europassione per l’Italia, la rete dei 40 sodalizi italiani che operano in quasi tutte le regioni per un progetto di carattere culturale e di valorizzazione delle arti e tradizioni del nostro Paese.
Europassione per l’Italia, dal 2013, è impegnata in un percorso di valorizzazione nazionale e internazionale sul tema della Settimana Santa, finalizzato a presentare una proposta di candidatura UNESCO, “Prospettiva UNESCO” infatti è il nome del progetto per la salvaguardia delle molteplici espressioni del Teatro della Parola e della Passione di Cristo.
Anche la Proloco Città di Alcamo aderisce ad Europassione per l’Italia e al percorso Prospettiva UNESCO, partecipando alla Passione del 30 Marzo a Matera, con tre attori alcamesi: Isabella Viola nella parte della Veronica (ad Alcamo, invece sarà la Madonna); Giuseppe D’Angelo nella parte di Hanna, uno dei sacerdoti che condanna Gesù (ad Alcamo sarà Caifa); Onofrio Ginestra il ladrone buono (ruolo interpretato sia per la Passione di Matera che per quella alcamese del 14 Aprile).
Dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Alcamo, Lorella Di Giovanni “attraverso la Proloco e la sua suggestiva rappresentazione della Passione di Cristo, Alcamo sarà presente a Matera, quest’anno capitale europea della cultura. Si tratta sicuramente di una opportunità   che valorizza la nostra Città, proiettandola in percorsi culturali di ampio respiro e di ambito sovranazionale”.