Regione Sicilia

Avviso Pubblico"Quota Servizi del Fondo Povertà" (ANNUALITA’ 2018) - scadenza 26 giugno 2019

Pubblicato il 19 giugno 2019 • Avvisi , Sociale 91011 Alcamo TP, Italia

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N. 55
COMUNE DI ALCAMO – CALATAFIMI SEGESTA – CASTELLAMMARE DEL GOLFO  DISTRETTO SANITARIO DI ALCAMO N. 55 ASP N. 9

                                    IL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE 5 –
RISCOSSIONE DELLE ENTRATE E SERVIZI ALLA PERSONA DEL COMUNE DI ALCAMO



AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DEL TAVOLO DI CONCERTAZIONE
E LA PROGRAMMAZIONE PARTECIPATA DELLA QUOTA SERVIZI DEL FONDO POVERTA’ (ANNUALITA’ 2018)


Vista la Legge 8 novembre 2000, n. 328 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" ed , in particolare, l’art.18 della legge medesima che prevede l’adozione del piano nazionale e dei piani regionali degli interventi e dei servizi sociali;
Vista la legge 28 dicembre 2015, n. 208 – Legge di stabilità 2016 che all’art. 1, comma 386, prevede l’istituzione del Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale;
Visto il Decreto legislativo 15 settembre 2017, n. 147 “Disposizioni per l’introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà” e successive modifiche e integrazioni;
Visto il Decreto Direttoriale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali n.581 del 21 novembre 2018 di riparto e trasferimento somme ai Distretti socio-sanitari della “Quota servizi del Fondo Povertà”- Annualità 2018 ;
Visto il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, coordinato con la legge di convenzione 28 marzo 2019, n. 26 recante: “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni.”;
Vista la nota del Presidente della Regione Siciliana Prot. 2578 del 7 febbraio 2019 avente per oggetto “Risorse per la lotta alla povertà e l’inclusione sociale e loro utilizzo”;
Visto il D.A. n. 43/GAB 30 maggio 2019 con il quale sono approvati il Piano di Attuazione Locale (PAL) per la programmazione delle risorse della Quota servizi del Fondo Povertà (annualità 2018)”;
Il Distretto Socio-Sanitario n. 55, intende dare avvio al processo di programmazione sociale partecipata quale metodo di lavoro utile alla costruzione del Sistema Sociale Locale, funzionale all’efficacia e all’arricchimento della progettazione congiunta tra attori pubblici e privati che partecipano, con proprie esperienze e competenze, punti di vista e risorse plurime, alla funzione pubblica. Promuovere il governo diffuso delle politiche sociali, valorizzando le diverse responsabilità locali nell’ottica della sussidiarietà,è un principio sancito dalla L. 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi servizi sociali”.
L’intera comunità locale è responsabile del proprio sviluppo al fine dell’affermarsi di un welfare sociale attivo che investa le risorse pubbliche e al contempo stimoli la partecipazione attiva della società civile, verso il raggiungimento del benessere collettivo. A tal fine, il Distretto ha approvato, nella riunione del Comitato dei Sindaci del 13–06-2019, il Regolamento del Tavolo di Concertazione Distrettuale.
L’ avviso è rivolto a tutti i soggetti e gli organismi del Terzo Settore che hanno la propria sede legale, o che operano presso uno dei Comuni del Distretto, per formalizzare l’adesione al Tavolo di Concertazione.
I soggetti che hanno diritto a partecipare alla realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali, individuati dalla Legge N. 147/2017 sono:

  • I Rappresentanti Terzo Settore;
  • Associazioni di categoria, professionali e del mondo della cooperazione;
  • Organizzazioni Sindacali;
  • Organismi della formazione professionale.

Tutti i soggetti interessati ad esprimere formalmente interesse a partecipare al Tavolo di Concertazione, possono presentare istanza di partecipazione utilizzando il modulo di adesione che potrà essere acquisito presso gli Uffici di Servizio Sociale, gli Uffici URP o collegandosi ai siti istituzionali di ciascun Comune del Distretto.
Gli Enti che fanno richiesta devono allegare all’istanza, a firma del legale rappresentante o suo delegato o eventuale supplente incaricato, la seguente documentazione, il cui possesso rappresenta requisito minimo per accedere ai lavori del Tavolo di Concertazione:

  • Copia di un valido documento di riconoscimento del Legale Rappresentante dell’Ente.
  • Copia atto costitutivo e statuto.
  • Autocertificazione in carta semplice relativa all’esperienza posseduta in attività Socio Assistenziali, per le altre tipologie di Associazioni.

L’istanza dovrà essere inviata entro e non oltre il giorno 26 giugno 2019 presso il Comune di Alcamo, Capofila del Distretto n. 55 al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: comunedialcamo.protocollo@pec.it

Per le istanze non complete della documentazione richiesta sarà avviato il soccorso istruttorio; saranno escluse dalla partecipazione le istanze presentate da soggetti non in possesso dei requisiti minimi di cui al presente avviso.
Per ogni informazione e chiarimenti tutti gli interessati potranno rivolgersi presso Uffici di Servizio Sociale dei Comuni del Distretto Socio-Sanitario n. 55 di Alcamo – Calatafimi Segesta – Castellammare del Golfo o presso l’Ufficio di Piano sito presso il Comune di Alcamo, via Giovanni Verga, 65.

Alcamo, 18/06/2019

                                                                                             Il Dirigente
                                                                             F.to Dott. Sebastiano Luppino

 

 

Istanza di presentazione

Allegato 352.00 KB formato pdf
Scarica